Ordine alfabetico

A

B

C

D

E

F

H

İ

K

L

M

N

P

R

S

Ş

T

V

Y

Z

Ordine cronologico

Ordine tematico

Cerca

Halet Çambel

Halet Çambel

È la prima archeologa di Turchia ad aver applicato il modello di preservazione in loco creando il primo museo all'aria aperta con copertura protettiva.
"Nessuno può farcela da solo"

Data di Nascita: 27/08/1916 1916

Luogo di Nascita: Berlino

Data di Morte:

Luogo di Morte:

Luogo di Sepoltura:

CONTENUTO

Galleria

Halet Çambel Halet Çambel Halet Çambel Halet Çambel

Campi di Attività

Archeologia
"Qui siamo sulle pendici meridionali del Tauro, all'estremita nordoccidentale di Çukurova, in una zona tutta colli e monti. Da una parte si trova l'altipiano di Andırın, e dall'altra, un po' dopo essersi lasciati abbastanza dietro le colline, si scende verso Çukurova. A 125 km a nordest di Adana, 40 km ad est di Osmaniye, 21 km più ad est di Kadirli.
Si trova su un'antica tratta carovaniera denominata Akyol [via bianca, n.d.t.]. Lungo questa via le carovane andavano dagli altipiani meridionali fino ad Andırın, Göksu e Pınarbaşı. Portavano prodotti finiti dall'entroterra anatolico, come i tessuti. Arrivate a destinazione, caricavano metalli di valore come ferro, rame, piombo e argento. Sui monti del Tauro ci sono parecchi sentieri percorribili, uno dei quali è quello famoso del passo di Gülek. Un altro è quello che passa per Kozan, e un altro ancora questo tragitto Andırın-Göksu-Pınarbaşı. Dall'altra parte, in un'area boscosa, fu fondata Azatiwataya, così da dominare il fiume Ceyhan, l'antico Pyramos.
Questo posto, prima, era sconosciuto. Noi vi venimmo per dei lavori relativi al periodo ittita sul Taura, con il professor Bossert. Una notte siamo stati bloccati da una tempesta nei pressi di Feke, e ci siamo fermati al villaggio. I pastori del posto andavano dicendo di aver visto una testa di leone a Kadirli o a Karatepe. Passata la tempesta ci recammo là, e vedemmo che era pieno di reperti lungo i pendii: li abbiamo raccolti e riuniti per anni.
Non si riusciva sempre a ricomporre i pezzi. Ci rimaneva un pezzo in più o in meno. La notte pensavamo a come assemblarli, e quando capivamo come accendavamo le lampade a carburo di calcio e mettevamo subito assieme i frammenti"
(Halet Çambel)

Gli ambiti di ricerca della prof.ssa Halet Çambel sono: archeologia, preistoria e arti popolari. È stata la prima archeologa ad aver applicato a Karatepe-Aslantaş tra il 1957 e il 1960 il modello di preservazione in loco.

"Agli inizi degli anni Cinquanta, quando il governo voleva prelevare i reperti da Karatepe e custodirli in un museo, io mi sono opposta. Come si fa a trasportare una scultura da due tonnellate se non ci sono nemmeno le strade? Ho cominciato quindi a spiegare ai responsabili l'importanza della preservazione in loco.
(Halet Çambel)
Halet Çambel: ittitologa

Halet Çambel è la prima specialista turca in Ittitologia.

Halet Çambel: schermitrice

Halet Çambel è stata la prima schermitrice turca, e alle olimpiadi di Berlino del 1936 è stata la prima atleta a rappresentare la Turchia.

"A quei tempi ero in Francia, e dovevo tornare in Turchia. Ma mi veniva detto di andare a Budapest per partecipare alle olimpiadi di Berlino. Una nuotatrice era l'assistente del nostro gruppo. Mi disse "Vi presenterò a Hitler". Noi, però, le dicemmo che non era necessario."
(Halet Çambel)

Pubblicazioni

(Selezione)
  • Karatepeli Fıkraları, Istanbul, 2006.
  • (con Aslı Özyar), Karatepe - Aslantaş Azatiwataya, Die Bildwerke, Ph. Von Zabern, Mainz a. Rhein, 2003.
  • Karatepe-Aslantaş Öyküsü, Boğazköy'den Karetepe'ye. Hititbilim ve Hitit Dünyasının Keşfi, Yapı Kredi Kültür Sanat Yayınları, İstanbul, 2001.
  • Karatepe-Aslantaş, the Inscriptions, Corpus of Hieroglyphic Luwian Inscriptions II, W. de Gruyter, Berlin, New York, 1999.
  • Corpus of hieroglyphic Luwian inscriptions, Vol. 2. Karatepe-Aslantaş, Berlino, 1999.
  • ( con Güven Arsebük ve Sönmez Kantman), Çok Dilli Arkeoloji Sözlüğü Multilingual Dictionary of Archeological Terms Dictionnaire Multilingue D'Archeologie Mehrsprachiges Archaelogishes Worterbuch, İstanbul, 1994.
  • ( con Robert J. Braidwood), İstanbul ve Chicago Üniversiteleri Karma Projesi, Güneydoğu Anadolu Tarihöncesi Araştırmaları, Istanbul, 1980.
  • ( con Reha Güney ve Ayyüz Toydemir- Sabuncu), Kumkale -Toros Eteklerinde bir Haçlı Kalesi, Ege Yayınları, 1970.
  • ( con H. T. Bossert, U.B. Alkım, N. Ongunsu, İ. Süzen) Karatepe Kazıları, Ankara, 1950.
  • ( con K.Bittel), Boğazköy, İstanbul, 1951.
  • ( con Helmuth Theodor Bossert) Karatepe: Yeni Bir Eti Harabesi, 1946.

Premi

  • Gran premio per la Cultura e l'Arte del Ministero della Cultura e del Turismo della Repubblica di Turchia
  • Dottorato honoris causa, Università Eberhard Karl di Tubinga
  • 2006 Premio di supporto al patrimonio culturale del Club Artistico di İçel
  • 2005 Dottorato onorario dell'Università Boğaziçi di Istanbul
  • 2003 Premio per alti servizi resi alla provincia di Osmaniye
    Premio Speciale per la cultura e per l'arte "Città di Troia"
  • 2004 Università di Tubinga, Germania, Dottorato onorario
  • 2004 Prince Claus Award(Premio Principe Claus)
  • 2002 Premio per la cultura e per l'arte "Città di Troia"
  • 2000 Dottorato onorario dell'università di Mersin
  • 1995 Membro onorario dell'Accademia delle Scienze di Turchia
  • 1986 Premio Adelaide Ristori, Italia

Affiliazioni

  • Membro onorario dell'Accademia delle Scienze di Turchia
  • Deutsche Archäologische Institut (DAI), Berlino, Membro fondatore
  • American Philosophical Society for the Advancement of Knowledge
  • American Institute of Archaeology, Boston
  • Thracology Institute, Sofia
  • Conseil International de la Philosophie et des Sciences Humaines.(CIPSH)

Istruzione

Liceo femminile di Arnavutköy (Arnavutköy Kız Lisesi)
Università della Sorbona, Parigi, istruzione negli ambiti di archeologia, preistoria e storia antica

Impegno Sociale

"Nel 1947 il Paese era in difficoltà per via della Seconda Guerra Mondiale. I fondi destinati ai nostri scavi si esaurivano già nei primi anni di lavoro. Mi rivolsi quindi al nuovo governatore distrettuale di Kadirli, Ahmet Cevdet Geçgil, per ottenere aiuto. Il giovane funzionario mi indicò due possibilità: chiedere un contributo ai possidenti della regione oppure organizzare una lotteria con la collaborazione della Fondazione per la Protezione dell'Infanzia. La prima ipotesi era deprecabile, quindi dicemmo di no. Approvammo invece la seconda, e facemmo stampare diecimila biglietti della lotteria per venderli a una lira ciascuno. Tra il nostro lavoro e quello del governatorato i biglietti andarono venduti, e con cinquemila delle diecimila lire raccolte - una somma ragguardevole per l'epoca - proseguimmo gli scavi. Dei cinquemila restanti, una metà sarebbe stata destinata ai bambini bisognosi, e con il resto la biblioteca di Kadirli avrebbe acquistato qualcosa come 600 libri".
(Halet Çambel)

Parenti e Amici

  • Madre: Remziye Çambel
  • Padre:Hasan Cemil Çambel (diplomatico)
  • Coniuge:Nail Çakırhan (poeta, giornalista, architetto, restauratore)
  • Amici: Sabiha Sertel (giornalista, scrittrice), Zekeriya Sertel (giornalista, letterato), Ruhi Su (artista d'opera, interprete di musica popolare), Sabahattin Eyüpoğlu (scrittore, accademico, traduttore), Melih Cevdet Anday (poeta, drammaturgo, romanziere, saggista), Abidin Dino (pittore, caricaturista, scrittore, regista), Bedri Rahmi Eyüpoğlu (pittore, poeta), Nazım Hikmet (poeta), Ulla Johansen (etnologa), Helmuth Theodor Bossert (storico dell'arte, archeologo), Yaşar Kemal (scrittore), Muazzez İlmiye Çığ (sumerologa), Mina Urgan (scrittrice, filolofa, traduttrice), Mehmet Özdoğan (archeologo), Ara Güler (giornalista, fotoreporter, fotografo), Gencay Gürsoy (neurolo, attivista per i diritti umani), Afife Batur (architetto, pedagoga, scrittrice), Besim Çeçener (architetto), Nezih Başgelen (archeologo, redattore), Reha Günay (architetto, restauratore)

Progetti a lei Dedicati

Esposizione
Sezione parziale 'Halet Çambel' in mostra "Republic:New Individual, New Life" in İstanbul Research Institute Exhibition Hall, Istanbul, 11.12. 2013 – 17.5 2014, curatore: Ekrem Işın

Karatepe Aslantaş Açık Hava Müzesi, Osmaniye

Documentario

Aylin Eren (yönetmen), Toroslarda bir efsane; Karatepe – Aslantaş, film documentario, 45 minuto, 2003.

A scuola memoriam

Prof. Dr. Halet Çambel İlköğretim Okulu, Kadirli, Osmaniye, Adana

In memoriam pagina

Halet Çambel, Türkiye Bilimler Akademisi, Membro Onorario della pagina

Bibliografia

Fonti

Fonti consultate per la pagina web su Halet Çambel:
  • cfr. la sezione "Bibliografia"
Fonti per le immagini su Halet Çambel

Per la traduzione dal Turco: Francesco Boraldo, Venezia, Italia
©2012 Meral Akkent
euro.message madebycat ®
sinema filmleri sinema filmleri elyaf dolum aninda kredi porno izle esenyurt perde Esenler SGK