Ordine alfabetico

A

B

C

D

E

F

H

İ

K

L

M

N

P

R

S

Ş

T

V

Y

Z

Ordine cronologico

Ordine tematico

Cerca

Sırpuhi Düsap

Sırpuhi Düsap

Lei è la prima scrittrice femminista di romanzi Armena.
"Su questa strada vi sono più burroni che foglie d'alloro."

Data di Nascita: 1841

Luogo di Nascita: Istanbul, Ortaköy

Data di Morte: 16/01/1901 1901

Luogo di Morte: Istanbul

Luogo di Sepoltura: Cimitero cattolico latino, Feriköy,İstanbul

CONTENUTO

Galleria

Sırpuhi Düsap

Campi di Attività

Romanzo

Sirpuhi Düsap è stata la prima scrittrice donna che ha scritto i suoi romanzi in lingua armena. Nei suoi saggi, articoli e romanzi in armeno, ha enfatizzato l'importanza dell'indipendenza dalle regole patriarcali che dirigevano il modello di vita delle donne.

"Quando vi è equità tra i due sessi vuol dire che vi è equità nei piaceri della vita, nelle punizioni, nel lavoro e nei riconoscimenti; le catene verranno rotte, l' ipocrisia finirà e la società raggiungerà un equilibrio riparando le perdite causate dalla disparità delle forze."

"Tali eminenti principi proclamati in Europa, come i principi di libertà ed uguaglianza, sono rimasti ovviamente solo dei grandi discorsi. Che tipo di uguaglianza è quella che mette metà dell'umanità sotto i piedi della virilità? Che tipo di libertà è quella che proibisce alla donna di opponersi, di iniziare un lavoro, di obiettare? Che tipo di forza c'è nel dire ad un uomo "Lavora senza paura, vai nella direzione che desideri, tu sei libero!" e dire ad una donna "Goditi le tue catene e non esprimerti mai!".
(Sırpuhi Düsap, Mayda)
Per il citato passaggio vedere il romanzo Mayda di Sirpuhi Düsap:Lerna Ekmekçioğlu; Melissa Bilal, Bir Adalet Feryadı: Osmanlı'dan Türkiye'ye Beş Ermeni Feminist Yazar, Istanbul, 2010, secondo edizione, p.109.

Nella prefazione del suo primo romanzo Mayda (1882) scrive che lei è contro le ingiustizie e i pregiudizi e che le catene che ostacolano il sesso femminile la fanno infuriare. La donna non dovrebbe essere la " povera vittima della società". Degli intellettuali uomini armeni scrissero sul disagio generato dal modello di comportamento presentato nel romanzo Mayda.

"La pubblicazione di Mayda ha disturbato molti uomini e ha causato loro orrore. Perchè questa angoscia?Perchè questa rabbia?Se quello che dico è legittimo, vuol dire che sto servendo la giustizia e dovrei ricevere gratitudine invece di paura e collera."
(Sırpuhi Düsap)
Per il citato passaggio vedere il romanzo Mayda di Sirpuhi Düsap: Lerna Ekmekçioğlu; Melissa Bilal, Bir Adalet Feryadı: Osmanlı'dan Türkiye'ye Beş Ermeni Feminist Yazar, Istanbul, 2010, secondo edizione, p. 60.

Sebbene i romanzi di Sirpuhi Düsap siano classificati come "décolleté", in altre parole distanti dai valori della società e dovrebbero essere considerati come letteratura scritta e letta da chi sente vergogna, le richieste femministe dei suoi scritti trovano eco nella donna armena. L'opera più turbolenta di Sırpuhi Düsap è il suo romanzo Mayda. I contenuti classificati come "décolleté" possono essere letti solo tra le righe. Ad esempio, il consiglio di amare ancora Mayda da parte di Sara Hanım. Questo tipo di comportamento è stato ritenuto fortemente inappropriato per una vedova con figli.

"Donne, lavorate! Lavorate cosicchè i pregiudizi vengano fracassati sotto i vostri piedi. Alzatevi e non provate vergogna. Questo è il richiamo dell'umanità."
Sirpuhi Düsap, "Kadınların Çalışmamasına Dair Birkaç Söz", 1881, p.113.

Nei suoi articoli pubblicati in vari giornali ad Instanbul e Izmir, Sirpuhi Düsap sollevò la questione delle donne che non hanno libertà sociale o economica. La prima scrittrice ottomana armena che si oppose alla guerra Zabel Yeseyan (1878-1934), scrisse in sua memoria un libro intitolato Silihdari Bardezneri ( I giardini degli uomini armati). Nei primi anni della giovinezza ella leggeva assieme ai suoi amici le opere della Düsap e quando discutevano sulle proprie esperienze e ingiustizie incontrate, erano sotto l' influenza di queste opere:

"Quando la signora Düsap seppe che ero pronta ad entrare nel mondo della letteratura, mi mise in guardia dicendo che mi attendevano delle piante spinose pittosto che corone di foglie d'alloro. Mi disse che il desiderio che una donna si faccia avanti e prosperi per un posto tutto suo non è stato tollerato e per superare questo problema bisogna essere molto superiore alla media; in seguito aggiunse: "Un uomo può essere un mediocre scrittore, ma mai una donna".
Zabel Yesayan, Silihdari Bardezneri/ Silahdar'ın Bahçeleri, Yerevan, 1935, s. 203.

Le sue opere
Libri:
  • Mayda, Istanbul, 1883
  • Siranuş, Istanbul, 1884
  • Araksiya ya da Mürebbiye, Istanbul, 1887
Articoli:
  • "Kadınların Eğitimi", 1880
  • "Kadınların Çalışması İlkesi", Arevelyan Mamul, Oriental Press, 1881.
  • "Ganants Ankordzutyunı", (L'ultimo articolo fu pubblicato nel libro menzionato: Amenun Daretsuyts {Everyone's Diary}, Venezia, 1926, p. 239-243).

Premi

Affiliazioni

Educazione

Sirpuhi Düsap fu educata privatamente

Impegno Sociale

  • 1864Fondazione in nome del Tibrotsaser Hayuhyats İngerutyun ( Unione delle donne armene a favore della scuola) Tibrotsaser Diagnants Varjarart (Scuola per donne).
  • 1879 Presidente del Tibrotsaser Hayuhyats İngerutyun ( Unione delle donne armene a favore della scuola) che educa ragazze armene e divengono poi insegnanti.

Parenti e Amici

  • Madre: Nazlı Vahanyan (Fondatrice del Surp Hırispsimyants scuola per ragazze nel 1859 e Ağkadakhınam Dignants Ingerutyun (Società donne caritatevoli per gente povera così come fu impiegata dell'orfanotrofio Kalfayan e le Scuole Naregyan e Hamazkyats)
  • Padre:Non è giunta notizia
  • Fratello: Vahan Efendi (Hovhannes/Ohannes Sarkis Vahanyan, Ohan Vahan), chimico, autore del primo manuale di chimica in lingua Armenia
  • Figlia:Dorin Düsap
  • Figlio:Edgar Düsap
  • Matrimonio: Paul Düsap (pianista, compositore,direttore. Conosciuto anche come Düsap Pacha. Durante il regno del Sultano Abdülhamid II (1876-1909) fu premiato con il titolo Pacha e divenne direttore d'orchestra del Mızıka-i Hümayun (Orchestra Imperiale).
  • Amici: Zabel Yeseyan (scrittore), Reteos Berberyan (educatore, scrittore)

Progetti a lei Dedicati

Bibliografia

  • Ermeni Feminist Yazarlar Söyleşisi, hrantdink.org, 9.3.2011. (8.4.2011)
  • Maral Aktokmakyan, Sırpuhi Düsap: Ermeni Kadın Edebiyatının Başlangıcı, Agos, Istanbul, 2009.
  • Lerna Ekmekçioğlu; Melissa Bilal, Bir Adalet Feryadı – Osmanlı'dan Türkiye'ye Beş Ermeni Feminist Yazar 1862-1933, Istanbul, 2010, secondo edizione.
  • Rober Koptaş, "Sırpuhi Düsap'a bir mezar Taşı", hayatoldugugibi.blogspot.com , 1.9.2006. (19.12.2011)
  • HAY-GIN Kadın Platformu (Ed.) "Sirpuhi Düsap ve Dekolte Edebiyat", Pazartesi Dergisi, 5/2004, No: 90.
  • "Sırpuhi Düsap ve Dekolte Edebiyat", Bianet, 15.5.2004. (19.12.2011)

Fonti

Fonti consultate per la pagina web su Sırpuhi Dusap

Fonti per le immagini su Sırpuhi Dusap
  • Archivio Aras Publishing, Istanbul

Ringraziamenti

Il Museo della Donna di Istanbul ringrazia Maral Aktokmakyan per la consulenza in preparazione della pagina di presentazione per Sirpuhi Düsap e Aras Yayınevi (Aras Publicazioni) per le fotografie di Sırpuhi Düsap.


Per la traduzione Italiana: Alessio Kurt, Lecce, Italia
©2012 Meral Akkent
euro.message madebycat ®
sinema filmleri sinema filmleri elyaf dolum aninda kredi porno izle esenyurt perde Esenler SGK